Archivi del mese: gennaio 2013

Very inspiring blogger award

Parafrasando Caparezza, il secondo grazie è sempre il più difficile nella carriera d’un blogger. Difficile ma bello, come il primo. E questo bel ringraziamento questa volta va a Missandry e al suo disgracekellybites.wordpress.com per aver inserito questo blog tra le … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in laprosa, libertà di prosa | Contrassegnato , , , , | 16 commenti

Beautiful blogger award

Un grande ringraziamento a Gioacchina per aver inserito questo blog tra le sue nomination nel Beautiful Blogger Award! Devo riconoscere che, fino a questo momento, non avevo la più pallida idea di cosa fosse un Beautiful Blogger Award. In pratica, … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in laprosa, libertà di prosa | Contrassegnato , , , , , , | 18 commenti

Un incolto

Cosa vuol dire avere Un chilo e mezzo d’incultura Te lo rivelan gli sciocchi Commenti d’un ex presidente Sulla qualità D’un regime buono per niente Che governava solo Con manganelli fascistamente Ma fa capir che è vero Quanto si dice … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in larima, rima poetica, rime in libertà | Contrassegnato , , , , , , , | 2 commenti

Cento di questi post

Come il ritrovamento Di cosa che s’era lost Come col movimento Dell’argilla in quel di Ghost Come nel riempimento D’un buon gustoso toast L’autocompiacimento È il senso di questo post Preso dal godimento Per le rime tutte in ost Faccio … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in larima, rima poetica, rime in libertà | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 9 commenti

Il nuovo contratto con gli italiani

Contratto di mandato ( a quel paese ) tra  – Gli italiani tutti, nati nel Belpaese e ivi residenti (di seguito Mandanti)  e  – B., nato in tv e ivi onnipresente (di seguito Mandatario)  Stipulano il seguente contratto  OGGETTO Gli … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in laprosa, libertà di prosa, prosa giuridica, prosa politica | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

A legge’ ‘a legge

Intercity Roma – Taranto. Stazione di Napoli. Sale un tizio nella carrozza dove mi trovo e, dopo aver provato inutilmente a vendere, parlando in napoletano, un pacco di calze a due turisti inglesi, si siede di fronte al mio posto … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in laprosa, libertà di prosa | Contrassegnato , , , , , , , | 9 commenti