La soprano di sopra

Sopra casa al terzo piano

Ormai da qualche sera

Una simpatica soprano

Ci allieta l’atmosfera

È un canto d’uccellino

Il suo dolce gorgheggio

Si domanda ogni vicino

Se c’è un limite al peggio

Le ho provate quasi tutte

Per riuscire a fermarla

Ora passerò alle brutte

Proverò ad affiancarla

Con la mia voce d’usignolo

Son convinto fermamente

Che riuscirò da solo

A fermarla facilmente

Come potrà cantare

Questa gentile pulzella

Senza fermarsi ad ammirare

La mia voce così bella

Certo con ‘sto espediente

Si rivolterà il vicinato

E nel giro di un niente

Diventerò uno sfrattato

Ma la magra consolazione

Di ‘sto finale un poco strano

È che se cambio sistemazione

Sarà almeno senza soprano

 

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in larima, rime in libertà e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a La soprano di sopra

  1. Jeanval ha detto:

    ahahahahahah…grande!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...