In mostra

La scatola nera seduce il dolore
Lo invita, ci parla, ne plasma l’umore
E tu che la osservi scrutandoci dentro
Aneli gli sguardi, chi occupa il centro

Sentirsi in platea, soltanto da un lato
Sognare la scena, vedersi adulato
Ma a renderti onore non v’è alcun talento
E lo stridor di denti assorda il lamento

La vita s’è cinta di sola avversione
E cerca trionfi d’ogni gradazione
Così a darle manforte brilla una sera
Col podio di sangue, la medaglia nera

La scatola nera seduce il dolore
Lo invita, ci parla, ne plasma l’umore
Ora che sei dentro, uno sguardo, il nostro
Ad essere al centro soltanto un mostro

Annunci
Pubblicato in larima, rima poetica | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 1 commento

Riso con fuso

Ruminando

Interminabili 

Pansè

Sento

Fondersi

Risate

Senza

Senso

Pubblicato in larima, poetica senza rima | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Acquolina in bocca

Di delizia

che poc’anzi

s’è sciolta

nel palato

nessuno

sia avvisato

.

Sono avanzi

il solo dono

dell’ingordo

.

A te allora

della frolla

deliziosa cuoca

segreto tenero

tenere tocca

Pubblicato in larima, rima gustosa, rima poetica, rime in libertà | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Dov’eri

Tra avvolgenti

quisquilie

ed incontentabili

virtù

Pubblicato in larima, poetica senza rima | 1 commento

La via della sete

Prova a nuotare fino a quello scoglio
Chilometri e chilometri lontano
Puntando sulla scorza e sull’orgoglio

Salpare con la forza d’una mano
Desiderosa d’essere rincorsa
Per scongiurare il sacrificio vano

Ma l’acqua tiene stretta la sua morsa
S’ostina sostenuta da natura
Che innanzi l’ha raggiunta e poi soccorsa

Così matura pure la paura
E brama di traguardo s’è scemata
L’impresa appare ora tanto dura

D’un tratto la distanza macinata
È tale d’alterar siffatta storia
E il corso d’avvincente traversata

Allora solamente fu illusoria
Certezza di non pervenir a meta
Invero transeunte è giunta gloria

Il drappo della festa sia di seta
Ma l’acqua della sfida non disseta

Pubblicato in larima, rima poetica | Contrassegnato , , , | 2 commenti

Test a intagli

Provo a replicare come nelle gare, tanto nel legare le parole ci so fare. Certo le fatiche sono rare da bissare, la seconda poi è più dura e si rischia di glissare. Mi vien da dire “oh issa” vabbè ma poi mi passa, non è così difficile trovar il bandolo della matassa. Ma tasse per questo post v’assicuro non ci sono, e se mi sbaglierò vi chiederò perdono. Se fossi in un concerto rischierei lo sconcerto oppure prima fiaschi e dopo fischi in modo aperto. Ma bando alle lagnanze di chi non ha capito, questo post è un rompicapo se usi il capo non l’hai capito! A proposito di capo c’è una testa dentro al testo, di sorelle ne ebbe otto poi un taglio fu di netto. Così un taglio lo dò anch’io ma solo a questo testo per contentar colui che spera chiuda presto. A codesto concludendo lancio il guanto della sfida e lo testo anagrammando: con testo a intagli, rida*!

*: (4, 3, 6, 2, 5)

Pubblicato in laprosa, libertà di prosa, prosa appena colta | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti